5 musei da non perdere a Milano

Milano è costellata da musei di ogni genere che consentono di andare alla scoperta di opere d’arte uniche e semplicemente meravigliose. Abbiamo deciso di selezionare per voi 5 musei da non perdere a Milano:

  1. Pinacoteca Ambrosiana. La Pinacoteca Ambrosiana di Milano è uno dei musei più interessanti della città, con il suo percorso espositivo che si snoda per ben 24 sale e che consente di andare alla scoperta di opere d’arte di rara bellezza, realizzate da alcuni tra gli artisti più famosi di sempre come, giusto per fare alcuni nomi, Leonardo Da Vinci, Botticelli, Tiziano e Caravaggio. Molto interessante anche la Biblioteca Ambrosiana, che è composta da oltre 750.000 volumi, senza dimenticare poi i 35.000 manoscritti. Da ricordare che proprio in questo biblioteca è conservato il Codice Atlantico di Leonardo Da Vinci!
  2. Galleria d’arte Moderna – GAM. All’interno di una deliziosa villa neoclassica del XVIII secolo troviamo la GAM, che è senza alcun dubbio una tappa immancabile per tutti gli amanti dell’arte. Il percorso espositivo prende il via dal Neoclassicismo, con la possibilità di osservare opere d’arte niente meno che di Appiani e di Canova. Si presta una grande attenzione al ritratto, con l’esposizione soprattutto di opere di Hayez. L’esposizione passa poi al romanticismo con opere di Faruffini, Mosè Bianchi, Induno, Piccio. Sono poi presenti anche opere di Segantini, Grubicy, Longoni, Morbelli, Sottocornola, Nomellini, Medardo Rosso. Per il periodo simbolista, si focalizza invece l’attenzione su Previati e Segantini. Salendo al secondo piano della villa, è possibile andare alla scoperta di alcuni tra i capolavori più famosi al mondo che vanno dal XVI al XX secolo, con opere niente meno che di Manet, Cézanne, Van Gogh, Gauguin, Modigliani, Morandi, Picasso, Matisse, Renoir e molti altri.
  3. Museo del Risorgimento. Il museo trova dimora nel palazzo Moriggia, di stampo settecentesco. Avrete la possibilità di osservare oggetti e opere d’arte d’ogni genere che consentono di andare alla scoperta del risorgimento italiano come stampe e disegni, dipinti e sculture, cimeli militari, armi e molto altro ancora. Tutto ciò che avete avuto modo di studiare sui libri di scuola dalla campagna di Napoleone in Italia sino all’inserimento di Roma nel Regno d’Italia, sarà davanti ai vostri occhi! Il percorso espositivo si snoda in 14 sale ed è realizzato in ordine cronologico, proprio per permettere a tutti di comprendere al meglio lo svolgimento di questi importanti fatti della nostra storia e della storia alla fine del mondo interno.
  4. Pinacoteca di Brera. L’esposizione della Pinacoteca di Brera si snoda tra 38 sale ed è realizzata in ordine cronologico, in base sempre però alla scuola di appartenenza delle varie opere. In questo modo capire la storia dell’arte risulta davvero molto semplice. Sono innumerevoli le opere di grande importanza che sono racchiuse tra le mura di questo museo, tra cui ci sentiamo in dovere di ricordare “Il Bacio” di Francesco Hayez, e “Sposalizio della Vergine” di Raffaello. Dobbiamo ammettere però che non sono solo queste collezioni famose a rendere la Pinacoteca di Brera interessante. Ci sono anche collezioni meno note che sono una vera e propria chicca per gli amanti dell’arte, come ad esempio il Gabinetto dei Disegni, utilizzati un tempo come punto di partenza per la formazione degli artisti, disegni insomma preparatori se ci passate il termine alla realizzazione delle opere d’arte vere e proprie. E qui potrete vedere disegni rarissimi che non possono che lasciarvi a bocca aperta per lo stupore, realizzati da grandi nomi del panorama artistico internazionale. Vi ricordiamo che nello stesso edificio trovano dimora anche la Biblioteca Braidense, l’Osservatorio Astronomico e l’Orto Botanico, altri luoghi da visitare se avete abbastanza tempo a vostra disposizione.
  5. Muba – Museo dei bambini di Milano. Infine ci sentiamo in dovere di ricordare il museo dei bambini di Milano, un luogo eccezionale per tutti coloro che hanno deciso di visitare la città in famiglia. All’interno di questo museo vengono organizzate mostre interattive pensate per i bambini dai 2 ai 6 anni, per avvicinarli al mondo dell’arte e alla scoperta del mondo. È poi presente un centro di sperimentazione sensoriale, pensato per i bambini fino agli 11 anni di età e molti spazi per i laboratori e le attività gioco, che consentono ai bimbi di scoprire tutto sul mondo in modo davvero divertente.

Be the first to comment on "5 musei da non perdere a Milano"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*